Central Wien 60x60

 

Centrarte Mediterranea con

Solveig Cogliani,

Hekla e Esper, Federica e Marco

è lieta di invitarVi al terzo appuntamento de il caminetto d’arte presso il suo atelier a San Lo’ – via dei Reti n. 23 int. 3, Roma – dalle ore 19,00 – lunedì 2 maggio 2016

ROBERTO POLITI

prestenta

ANTONIO FRANCHI

Antonio Franchi “Sintesi aerea”

“Analizzando i dipinti di Antonio Franchi si evince la determinata e caparbia proiezione verso l’acquisizione di un’espressione propria, autonoma e indipendente dai tecnicismi dogmatici, per orientare il suo stile in soluzioni sperimentali nuove, integrando i mezzi tradizionali disponibili con fonti innovative e ampliando il campo d’azione, per permettere alla creatività e all’estro di manifestarsi su più livelli, con risultati di eccellente qualità.

La strada da lui imboccata si allinea agli importanti concetti sostenuti dall’illustre filosofo Immanuel Kant, nei suoi saggi sull’estetica, nei quali scrisse “Riflettendo sul percorso intrapreso dall’arte, essa nella sua evoluzione verso la contemporaneità, rivendica in maniera sempre più preponderante quel suo carattere specificamente autonomo, che non nasce certo da mere sensazioni, ma si affida piuttosto alle facoltà conoscitive, che dal soggetto sono in grado di spingersi ben oltre, verso un piacere disinteressato e ricco stimoli e riflessioni”

Franchi gioca abilmente sulla freschezza vitale delle cromie, sui passaggi virtuali tra astrazione e realtà indotti dall’immaginario fantastico in uno scenario, che cattura l’occhio dello spettatore con immediato impatto emotivo. Le opere sono accomunate e contraddistinte da un pathos originato da suggestioni di ordine psichico. In esse egli trasmette la sua verità, il senso più intimo dei suoi stati d’animo momentanei o duraturi nel tempo. Nel flusso tonale colorato riecheggiano sentimenti, emozioni, trepidazioni, memorie dei ricordi.

E’ artefice di un esercizio pittorico e di un approccio con la tela scevro e svincolato da costrizioni ideologiche. Coniuga esperienza e ricerca con metodologia originale, rimanendo volutamente distante e distaccato dalle imposizioni formali, preconfigurate e predefinite.

Utilizza la tavolozza cromatica come efficace baricentro nevralgico del suo inconfondibile linguaggio informale e si avvale dell’elemento materico per rifinire e completare il tutto. In tal modo, instaura un solido equilibrio, uno “Yin e Yang” di luci e ombre, di materia e spirito, in cui le diverse componenti s’incontrano e si fondono in una combinazione congiunta di tonalità in armoniosa corrispondenza, che conferiscono una coreografica plasticità tridimensionale all’insieme.”

A cura di Elena Gollini

Miami, Fort Zachary Taylor 50x50

 

Antonio Franchi è nato il 23 giugno 1968 a Siena.
Ha svolto studi classici, si è laureato in Giurisprudenza e ha seguito un corso di pittura avanzata alla Nuova Accademia di Belle Arti (NABA) di Milano. Vive e lavora a Milano e a Firenze.
Comincia a disegnare e a dipingere nell’adolescenza a Siena, ispirandosi a temi figurativi. Negli anni 80/90 frequenta il Maestro Roberto Corsini, pittore figurativo, nella cornice suggestiva di Lipari e negli anni ’90 incontra, a Siena, Antonio Tropeano, esperto di arte moderna e contemporanea, pittore e scultore, con il quale inizia a dedicarsi allo studio del colore.
Nel 1998 è a Londra, dove inizia lo studio della pittura informale e nel 2001 è a New York dove gli si rivelano i “grandi americani”. Nel 2006 incontra il pittore fiorentino Alvaro Baragli e in quel periodo nasce la “sintesi aerea”, espressionismo astratto fondato su vibrazioni cromatiche, indotto dall’utilizzo di Google Maps e Google Earth.
L’espressione si manifesta attraverso accese luminosità coloristiche e campiture sorrette da un’idea di definizione geometrica.
In ogni dipinto la presenza del soggetto (il luogo) è soltanto percepita, proponendo ad ognuno, attraverso il titolo dell’opera, la propria lettura e l’immedesimazione nelle proprie esperienze e nelle proprie memorie.

Mostre personali
2007 Zoe, Firenze
2008 Art Bar “20”, Milano
2015 Galleria del Palazzo-Coveri, Firenze
Mostre collettive
2011 Padova, Arte Padova, 22^ Mostra Mercato d’Arte Moderna e Contemporanea,
2012 Reali Poste degli Uffizi, Firenze (8^ edizione di “Arte per la Ricerca Fiorgen”)
2014 Palazzo Rota-Ivancich, Venezia (“Spoleto Arte incontra Venezia” a cura di Vittorio Sgarbi)
Don Alfonso, Hotel Shangri-la, Dubai (“Dubai Contemporary Art Exhibition”)
2015 Palazzo Bastogi, Firenze (quale finalista alla XXXII^ edizione del Premio Firenze)
Abu Dhabi Art Hub, Abu Dhabi
Artexpo 2015, New York
Galleria Pisacane Arte, Milano (“Ode to Food”)
Scuderie di Villa Borromeo d’Adda di Arcore
Spectrum Art Show Miami
2016 Caffè Giubbe Rosse, Firenze (quale finalista alla XXXIII^ edizione del Premio Firenze)
Expo Bologna 2016, Galleria Wikiarte, Bologna
Coronari 111 Art Gallery, Roma
Le stagioni dell’Arte, Galleria Wikiarte, Bologna
Premi
2014 Finalista alla XXXII^ edizione del Premio Firenze
2015 Finalista alla XXXIII^ edizione del Premio Firenze
Libri
2015 Collezione Arte Contemporanea Expo 2015

Antonio Franchi born on June 23, 1968 in Siena.
He made classical studies, graduated in Law and took a course in advanced painting at Nuova Accademia di Belle Arti (NABA) in Milan. He lives and works in Milan and Florence.
He starts to design and paint being adolescent in Siena, drawing inspiration from figurative themes. He is close to the Master Roberto Corsini, figurative painter, in the Lipari’s suggestive frame, in the 80/90’s. In Siena, in the 90’s, meets Antonio Tropeano, an expert in modern and contemporary art, informal painter and sculptor, with whom he starts to study the colours.
In 1998 he is in London, where begins to study the informal painting art and in 2001 he is in New York where becomes familiar with American artists. In 2006 meets the Florentine painter Alvaro Baragli and at that time rises the “aerial syntesis” (“sintesi aerea”), abstract Expressionism based on color vibrations, induced by the use of Google Maps and Google Earth.
The expression is showed through lit luminosity and coloristic backgrounds supported by an idea of the geometry.
In each painting the presence of the subject (the site) is only perceived, proposing to everyone, through the work’s title, his reading and empathy in their own experiences and memories.

Solo Exhibitions
2007 Zoe, Florence
2008 Art Bar “20”, Milan
2015 Galleria del Palazzo-Coveri, Florence
Group Exhibitions
2011 Padua, 22^ Modern and Contemporary Art Fair
2012 Reali Poste degli Uffizi, Florence (8^ edition of “Arte per la Ricerca Fiorgen”)
2014 Palazzo Rota-Ivancich, Venice (“Spoleto Arte incontra Venezia” by Vittorio Sgarbi)
Don Alfonso, Hotel Shangri-la, Dubai (“Dubai Contemporary Art Exhibition”)
2015 Palazzo Bastogi, Florence (as a finalist at XXXII^ edition of “Premio Firenze”)
Abu Dhabi Art Hub, Abu Dhabi
Artexpo 2015, New York
Galleria Pisacane Arte, Milan (“Ode to Food”)
Scuderie di Villa Borromeo d’Adda di Arcore
Spectrum Art Show Miami
2016 Caffè Giubbe Rosse, Florence (as a finalist at XXXIII^ edition of “Premio Firenze”)
Expo Bologna 2016, Galleria Wikiarte, Bologna
Coronari 111 Art Gallery, Rome
The Art’s Seasons, Galleria Wikiarte, Bologna
Awards
2014 Finalist at XXXII^ edition of “Premio Firenze”
2015 Finalist at XXXIII^ edition of “Premio Firenze”
Books
2015 Expo 2015 Contemporary Art Collection

Add a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *